Cristianesimo

I Cristiani prima del Grande Scisma. Le Origini del Cristianesimo sono a Est

AAA Santa_Sofía

Vediamo brevemente i Sette Concili ecumenici, così importanti per comprendere il Cristianesimo. Le sue origini a Est e cosa fu deciso. Poi la Chiesa si dividerà per non tornare unita mai più.

Infatti tra Cattolici e Ortodossi c’è stato uno scisma. Ossia una divisione religiosa. Ne parlo QUA.

Marco PoLLo bassa risoluzione
Marco PoLLo, come me, è cresciuto in Italia in ambiente cattolico e con il Papa di Roma molto presente. Per Marco PoLLo il Cristianesimo è europeo e romano. Ebbene sta per ricevere una prospettiva molto diversa: le origini del Cristianesimo sono a est!

La tradizione vuole che lo Scisma si completò nell’anno 1054, ma andiamo con ordine.

Mille Anni tutti insieme?

hagia Sofia, Cristo Pantocratore
Hagia Sofia ad Istanbul, le immagini della Cristianità furono nascoste dai Musulmani. Ma tante reliquie e immagini dentro ad Hagia Sofia, furono distrutte dai Cattolici! Hagia Sofia è stata un museo e le immagini sono tornate alla luce. Ora da poco, è nuovamente una moschea, per cui vanno coperte durante le preghiere. Qui il Cristo Pantocratore riesce ad ammonire e benedire allo stesso tempo

La religione cristiana ha preso forma nel corso del tempo ed ha avuto in particolare sette grandi momenti in cui si sono sanciti dei dogma. Sono i sette concili ecumenici.

I grandi dogma della fede sono stati stabiliti insieme da Cattolici e Ortodossi.

Oggi la Chiesa cattolica accetta i sette concili e ne aggiuge altri 14, le Chiese ortodosse si limitano a quei sette.

Vediamo un riassunto dei sette concili molto brevemente. Molto, molto brevemente.

Dai brevemente sul serio Ambasciatore, che l’argomento mi sembra noioso! Qui nessuno è disoccupato oltre te…

Primo Concilio

Il Primo Concilio è del 325 e si svolse a Nicea (Turchia). Fu convocato e presieduto da Costantino, cioè dall’Imperatore! Come è noto, il Cristianesimo fu avversato inizialmente da Roma. Nel 313, con l’Editto di Milano, i Cristiani potevano praticare la loro religione.

L’Imperatore Costantino, e soprattutto sua madre, erano molto interessati alla religione cristiana.

croci di tombe ortodosse
E’ stata la madre di Costantino, Elena, oggi Sant’Elena, a individuare – miracolosamente – durante il suo pellegrinaggio a Gerusalemme, il legno usato per la Croce di Gesù circa 300 anni prima. Circa 300 anni dopo il ritrovamento invece, la Croce sarà rubata dai Persiani. Come trofeo di guerra la portarono a Ctesifonte. Poi con il Saladino che conquista Gerusalemme andrà perduta
Lettore, tu perché non vieni in pellegrinaggio con me? Ti prometto ZERO BANALITÁ per tutto il viaggio

L’Imperatore aveva anche avuto una famosa visione prima di una battaglia.

Ma questa religione era ancora molto oscura per gli stessi fedeli che litigavano al proposito. Una corrente importante era l’Arianesimo, cioè il voler subordinare Gesù al Padre. Gesù sarebbe stato un po’ meno divino del Padre e non sarebbe stato eterno.

L’Arianesimo era di facile comprensione, Dio è unico. Ma in questo modo, si rischiava di negare l’incarnazione, perché ad essersi incarnato ora non sarebbe stato Dio direttamente, ma qualcosa di meno divino. Dunque forse non bastava più come sacrificio per la redenzione della Umanità.

Nota Bene: la teologia del Cristianesimo è ovviamente finalizzata a dare spiegazione alla Redenzione dell’umanità grazie al sacrificio di Dio. Negando tale fine, crollerebbe l’intero Cristianesimo. Per cui è chiaro che la Redenzione è un punto fermo e tale rimarrà in ogni altro ragionamento che incontrerete anche dopo.

L’Arianesimo fu respinto (ma non davvero sconfitto) e Costantino accettò l’equiparazione perfetta tra Dio e Gesù, non avendo una idea sua per altro, ma volendo solo trovare una dottrina unica per facilitare la pace anche tra i Cristiani.

Nel 330 Costantino rifonda una città destinata ad essere il centro della Cristianità e poi dell’Islam: Costantinopoli, la moderna Istanbul.

Secondo Concilio e Divisione

Nel 381, cioè nel Secondo Concilio a Costantinopoli, anche lo Spirito Santo verrà equiparato a Padre e Figlio. Sembra ovvio a ogni Cristiano, ma meno ovvio è se lo Spirito procede dal Padre, oppure dal Padre e dal Figlio. Sarà una delle grandi questioni per lo scisma. Qui venne stabilito che procede dal Padre solo.

Ma ora vediamo invece una altra divisione, politica e non religiosa: alla fine del IV secolo, se eravate attenti a scuola, vi ricorderete che l’Impero Romano comincia a dividersi tra Oriente e Occidente. Teodosio nominò, con pari dignità, i due figli come successori, uno da una parte e uno dall’altra. L’Impero Romano non sarà mai più unito!

Stabilito tutto ciò (Gesù è proprio Dio, anche perché altrimenti non ci sarebbe stata vera incarnazione e dunque crolla redenzione della umanità), ora bisognava affrontare un altro grande tema: le due nature di Gesù.

Che due palle! Dai gli altri 5 concili compattali un bel po’…

Terzo e Quarto Concilio

A Efeso nel 431 (sempre in Turchia) e poi a Calcedonia nel 451 (è un quartiere di Costantinopoli, ovviamente in Turchia), un certo Nestorio, il quale sarà anche vescovo di Costantinopoli, non proprio l’ultimo arrivato, pensava che Maria fosse madre solo del Gesù uomo. Dunque accettava che Gesù fosse sia divino che umano, ma Maria aveva generato la sola parte umana.

efeso chiesa
Efeso in Turchia, tra resti pagani si rinvengono anche Chiese, secondo una tradizione proprio da Efeso il corpo di Maria sarebbe asceso al cielo

Ma così, di nuovo, come poteva funzionare la Redenzione? Sarebbe morto per l’umanità solo il Gesù uomo (cioè tradotto: sarebbe stata l’Umanità a salvare se stessa senza aiuto di Dio?).

Dunque passò invece la teoria che Maria è la madre di Dio (cioè anche del Gesù divino). E poi nel 451 si stabilì che Gesù aveva due nature, condannando i monofisismi, cioè l’idea per cui la natura divina di Cristo assorbe quella umana, che dunque perde valore e scompare.

Dal 451, cioè dal Concilio di Calcedonia, Gesù è pienamente divino (stessa essenza del Padre) e pienamente umano (stessa essenza di ogni altro uomo).

(Bocciando così anche l’idea che Gesù nacque umano e fu “adottato” da Dio al momento del battesimo, divenendo dunque divino durante la vita e non sin dall’inizio)

Qui ora accadono intanto due cose fondamentali:

  • Alcune Chiese, appunto monofisite si staccarono: quella di Egitto, Armenia, Etiopia, Eritrea e Siria. Dal 451 i monofisiti sono da considerarsi degli eretici!
  • Il Nestorianesimo ebbe grande successo a Oriente. Presso i Persiani (Sasanidi), in Iraq, perfino in Cina (Marco Polo, non Marco PoLLo, incontrò dei Cristiani nestoriani nel suo viaggio). La via della seta era percorsa da Cristiani nestoriani diretti verso est, la direzione da cui Gesù sarebbe tornato secondo Matteo 24,27! I Nestoriani pregavano rivolti verso est e le chiese ortodosse pure sono rivolte verso est. La famosa età dell’oro dell’Islam, con la Casa della Saggezza, si ebbe anche grazie ai Cristiani nestoriani che conservarono la cultura del mondo antico e la tradussero per gli Arabi di Damasco e Baghdad.

Dalla Turchia, l’Oriente è ben più vicino che da Roma…

L’Organizzazione della Chiesa

Dal 451 la Chiesa si organizza in una Pentarchia. Cioè cinque sedi principali. La prima e più importante già era Romae. Da un punto di vista teorico perché lì Pietro e Paolo avevano predicato, ed erano – probabilmente – morti proprio a Roma. Proprio dal 451, il Vescovo di Roma (Leone I Magno) usa il termine “successore di Pietro”.

Ma soprattutto da un punto di vista politico Roma era la città più importante del mondo, centro di un Impero unito fino alla fine del IV secolo.

A Oriente la situazione era meno chiara. Costantinopoli era la città più importante, al punto da scalzare poi Roma da un punto di vista politico. Dietro Costantinopoli furono messe Alessandria, Antiochia e Gerusalemme.

Alessandria governava l’Africa, Antiochia era la vera Regina d’Oriente da un punto di vista commerciale visto che tutto passava da lì. Paolo predicò ad Antiochia e pare proprio che il termine “Cristiani” nasca in questa città. Da ultima ovviamente Gerusalemme, la terra Santa.

Queste cinque sedi hanno sì una gerarchia, ma anche autonomia. Il primato di Roma è da intendersi di prestigio. Da un punto di vista teologico sono tutte allo stesso livello.

Nel mio libro non c'è nozionismo, stai tranquillo 🙂 è molto divertente ed il pellegrinaggio si è svolto in oltre 150 nazioni

Gli ultimi tre Concili

Negli altri Concili, sempre in Turchia e sempre convocati dall’Imperatore, si condannò poi l’Origenismo (553, questo Concilio si svolse dentro Santa Sofia, cioè Hagia Sofia), il monotelitismo (680) e infine anche l’iconoclastismo (787). Un Papa, Onorio, si era espresso in passato a favore del monotelitismo, per cui nel 680, fu condannato per eresia! (ma era già morto)

hagia sofia
Santa Sofia, inaugurata da Giustiniano nel 537, ha ospitato il Quinto Concilio Ecumenico

Lo Scenario

Nel frattempo nacque l’Islam che conquistò subito terre e fedeli. Il Sesto Concilio si tiene con la Chiesa che ha già perso Siria ed Egitto che sono ora islamiche. E già nel 718, i Musulmani, assaltano le mura di Costantinopoli e vengono respinti.

Ma fino a qua, con la notabile eccezioni delle Chiese Orientali (cioè Nestoriane), la Chiesa (futuri Cattolici e Ortodossi) è unita.

Costantinopoli è il centro del Cristianesimo e vera capitale. Santa Sofia è la chiesa più grande del mondo. A Costantinopoli le persone si chiamano Romani, il termine “Bizantini” verrà dopo. Mentre la vera Roma divenne una città poco importante da un punto di vista politico.

Oggi tutti sanno che Roma ha il Papa, Costantinopoli si chiama Istanbul ed è la città con più moschee al mondo, ha ospitato il Califfo per secoli, in tutta la Turchia i Cristiani sono una percentuale vicina a zero, Santa Sofia, diventò una moschea e oggi è invece un museo proprio per evitare problemi.

Come si è arrivati a tutto ciò? Che successe dopo i Concili? Ne parlo QUA.

Ricevi notizie dell’Ambasciatore dai Paesi più misteriosi del Mondo!